L'agricoltore indiano indipendente genera la sua elettricità!

Ogni anno molti di noi affrontano i problemi di interruzione di corrente dovuti alle strategie di risparmio energetico del quadro elettrico. Le persone urbane stanno ancora meglio, ma molti nei villaggi e nelle aree rurali sperimentano blackout per giorni insieme. Sfortunatamente, alcune persone non hanno nemmeno una connessione elettrica e dipendono ancora in gran parte da fonti di illuminazione convenzionali come le lampade a cherosene, il fuoco a legna o le lanterne a olio.

Le fonti energetiche pulite come l'energia solare devono ancora essere ampiamente disponibili per le masse in India. Tutti dipendono in gran parte da centrali termiche che non solo inquinano l'ambiente ma riducono anche le fonti di energia. Le fonti di energia pulita sono quindi una buona alternativa in questo scenario.

Ci aspettiamo che tali alternative di energia pulita provengano da industrie e ricercatori di ampia portata in tecnologia urbana. Non sorprende quindi che un agricoltore analfabeta proveniente da un villaggio poco appariscente del Karnataka abbia effettivamente inventato un mulino ad acqua per provvedere alla generazione di elettricità?

Il mulino ad acqua Siddappas è semplicemente costruito con vasche d'acqua intorno a una gigantesca struttura a ruote. Una dinamo collegata al mulino viene caricata e genera corrente continua quando il mulino ruota per il movimento di riempimento e svuotamento dell'acqua nelle 8 vasche. Questa corrente CC generata viene convertita in corrente alternata per alimentare lampadine CFL, TV, mixer e altro ancora di Siddappa.

Questo innovatore ha avuto successo anche nella realizzazione di mulini a vento nelle sue fattorie, raggiungendo la ricarica del cellulare tramite la batteria del trattore e riproducendo la radio tramite la dinamo montata sulla sua bicicletta. Contrastato 10 anni fa da HESCOM, quando la sua casa è stata negata all'elettricità, questo agricoltore non ha disperato, ma è andato avanti e ha creato la propria fonte di energia pulita, nonostante la mancanza di istruzione formale.

Usando risorse limitate, Siddappa ha mostrato ai suoi compaesani che ogni individuo può generare la propria energia pulita in meno di 5.000 Rupie per soddisfare i bisogni energetici di base. Il canale che scorre vicino a casa sua è stato utilizzato per fornire l'acqua necessaria per generare elettricità. Anche altri abitanti del villaggio possono usare i suoi metodi per generare elettricità. Questa è in realtà una grande fonte di decentralizzazione della generazione di energia adatta ai bisogni dell'India rurale.

I risultati di Siddappa sono un caso classico del detto che la fortuna favorisce coloro che si impegnano per raggiungere i risultati desiderati. Inoltre, nessun ostacolo come la mancanza di educazione formale può fermarci se crediamo veramente nella nostra causa.

Come tutti gli sperimentatori, anche Siddappa fallì durante i primi anni del suo sviluppo dei mulini ad acqua. Ma i costanti miglioramenti nel design e nella funzionalità lo hanno reso vincente dopo 2 anni di brainstorming. Attualmente sta lavorando per aumentare l'altezza dei mulini a vento che ha installato nella sua fattoria per migliorare l'efficienza e la potenza.