Usi e reazioni del cicloesanolo

La formula chimica del cicloesanolo è (CH2) 5CHOH ed è un composto organico, la cui molecola è associata all'anello del cicloesano attraverso la sostituzione di un atomo di idrogeno dal gruppo ossidrile. Questo composto organico esiste sotto forma di solido deliquescente che è incolore con un odore simile alla canfora. Durante quando è molto puro, si scioglie a temperatura ambiente. Ogni anno vengono prodotti miliardi di chilogrammi, principalmente come precursore del nylon. Il cicloesanolo subisce le principali reazioni attese per un alcol secondario. L'ossidazione dà il cicloesanone, che viene convertito su larga scala nell'industria all'ossima, un precursore del caprolattame. Come esercizio di laboratorio, questa ossidazione può essere effettuata con acido cromico. L'esterificazione fornisce i derivati commercialmente utili di cicloesiladipato e di cicloesilftalato, che sono usati come plastificanti. Il riscaldamento in presenza di catalizzatori acidi converte il cicloesanolo in cicloesene.

L'effetto della temperatura di reazione è stato determinato principalmente da tre condizioni. In primo luogo, una reazione radicale ad alte temperature ha aumentato la generazione di radicali liberi. Secondo, temperature estremamente elevate riducevano la quantità di ossigeno disciolto nel solvente e quindi riducevano il numero di materie prime nella reazione. In terzo luogo, il cicloesano si è facilmente vaporizzato con l'aumentare della temperatura e non ha avuto il tempo sufficiente per partecipare alla reazione. Pertanto, la condizione ottimale per la temperatura di reazione era 70 ° C e il tasso di conversione del cicloesano era del 17,33%.

usi

Il cicloesanolo viene utilizzato nella produzione di nylon, lacche, vernici, vernici, sgrassanti, plastiche, saponi, detergenti e insetticidi

Effetto della temperatura di reazione sull'ossidazione del cicloesano

L'effetto della temperatura di reazione è stato inizialmente studiato in un intervallo di temperatura di 25-90 ° C. La selettività e la resa del cicloesanone aumentavano con la temperatura, raggiungevano il picco a 70 ° C e poi diminuivano. L'effetto della temperatura di reazione è stato determinato principalmente da tre condizioni. In primo luogo, una reazione radicale ad alte temperature ha aumentato la generazione di radicali liberi. Secondo, temperature estremamente elevate riducevano la quantità di ossigeno disciolto nel solvente e quindi riducevano il numero di materie prime nella reazione. In terzo luogo, il cicloesano si è facilmente vaporizzato con l'aumentare della temperatura e non ha avuto il tempo sufficiente per partecipare alla reazione. Pertanto, la condizione ottimale per la temperatura di reazione era 70 ° C e il tasso di conversione del cicloesano era del 17,33%.