Trattare con il lato emotivo della disintossicazione

Prendere una decisione per cercare un trattamento per una dipendenza richiede coraggio e molta fiducia tra un paziente e un terapeuta. La maggior parte delle volte, i pazienti continuano con le loro abitudini di dipendenza senza rendersi conto delle ripercussioni o evitare di chiedere supporto per timore di stigma e discriminazione.

Uno dei passi preliminari e importanti nello svezzare gli effetti della droga è la disintossicazione mediante la quale il corpo viene ripulito dalle tossine accumulate dall'abuso di sostanze a lungo termine per prepararlo per ulteriori fasi del ciclo di recupero. Detox è anche finalizzato a reintegrare i nutrienti persi e rafforzare il corpo con vitamine e minerali essenziali.

A volte, il corpo potrebbe subire problemi di astinenza durante la disintossicazione, come la scissione del mal di testa, sudorazione, dolori muscolari e diarrea. La mente ha anche difficoltà a gestire cambiamenti interni ed esterni che possono portare a scoppi emotivi sotto forma di disorientamento, rabbia, paura, colpa e vergogna. Pertanto, insieme alla disintossicazione fisica, è indispensabile avere una disintossicazione emotiva per allineare la mente con il corpo.

Sebbene il terapeuta si assicuri di occuparsi delle esigenze sia della mente che del corpo, ecco qualcosa che una persona che si sta riprendendo dalla dipendenza può fare per guarire emotivamente durante la disintossicazione:

Strada per il recupero

La dipendenza è una malattia cronica, che non va via da sola. A volte, una persona trascorre una parte considerevole della vita con una dipendenza. È importante avere pazienza e un atteggiamento positivo nei confronti della disintossicazione e dell'intero processo di recupero. Per iniziare il viaggio verso la sobrietà, si dovrebbe prima essere disposti a prenderlo.