ferite

Una migliore gestione delle ferite nei bambini è possibile grazie alla terapia con ferita a pressione negativa

I bambini e gli anziani sono uno dei gruppi più a rischio per feriti e feriti. Anche le ferite relativamente insignificanti possono rendere i bambini molto a disagio e in caso di gravi ferite, la gestione di un bambino può essere molto difficile. I bambini hanno una soglia più bassa per il dolore e non vogliono essere confinati, il che può essere necessario a volte. I metodi standard di cura delle ferite comportano l'uso di bendaggi o bendaggi per proteggere la ferita. Tuttavia, ci sono problemi associati alle medicazioni delle ferite, come la scelta di una medicazione appropriata perché una medicazione inappropriata può danneggiare il processo di guarigione. Il disagio durante l'applicazione e specialmente durante la rimozione è un altro problema dal punto di vista del paziente. Fortunatamente, una nuova terapia (terapia con ferita a pressione negativa) è stata introdotta alcuni anni fa, che affronta questi problemi e gestisce efficacemente ferite gravi riducendo al contempo la necessità di cambi di medicazione che possono essere piuttosto scomodi.

L'acqua potabile pulita è abbastanza buona per le ferite di pulizia

Dopo aver interrotto l'emorragia, qual è la prima cosa che viene fatta per curare una ferita a casa? La corretta pulizia della ferita è una delle cose più importanti nella cura delle ferite. Perfino le migliori medicazioni e bende o medicine per le ferite non possono guarire una ferita se non viene pulita in modo appropriato. I prodotti di pulizia delle ferite comunemente usati includono normale soluzione salina, perossido di idrogeno, ipoclorito di sodio ecc. Mentre si sceglie un prodotto per la pulizia delle ferite, la considerazione più importante è la sicurezza del prodotto. I kit di pronto soccorso sono dotati di prodotti per la pulizia delle ferite come l'acqua salata, ma qualcos'altro è più facilmente disponibile, sicuro e altrettanto efficace, può essere usato per pulire le ferite e che è acqua potabile pulita. Uno studio australiano suggerisce che l'acqua potabile può essere un'ottima alternativa alla soluzione salina o ad altri prodotti per la pulizia delle ferite.

Una soluzione rivoluzionaria per la cura delle ferite

Le ferite croniche rappresentano un problema serio per milioni di persone, il che comporta un pesante onere finanziario per il sistema sanitario. Queste ferite guariscono molto lentamente o spesso non guariscono e rimangono bloccate in uno degli stadi della guarigione delle ferite. I principali tipi di ferite croniche comprendono ulcere diabetiche, ulcere venose e ulcere da pressione. Il dolore è uno dei problemi più comuni associati alle ferite croniche e influenza significativamente la qualità della vita dei pazienti. Cattiva circolazione e neuropatia sono le cause primarie di queste ferite e i fattori che contribuiscono includono la vecchiaia e traumi ripetuti. Alcuni dei metodi di trattamento includono l'uso di antibiotici, la rimozione di tessuti morti, l'irrigazione, la guarigione delle ferite umide, ecc. Uno dei principali problemi nel trattare le ferite croniche è proteggere le ferite in modo che non vengano infettate. I metodi principali per proteggere una ferita sono coprirlo con bende o medicazioni. Le medicazioni delle ferite sono notevolmente migliorate nel corso degli anni e le medicazioni come il duoderma e il tegaderm hanno rivoluzionato la cura delle ferite. Tuttavia, le ferite croniche sono ancora un grosso problema da affrontare. Il prof. Amihay Freeman del dipartimento di Microbiologia e biotecnologie molecolari dell'Università di Tel Aviv ha sviluppato un dispositivo per mantenere le ferite croniche pulite e prevenire le infezioni in modo conveniente e conveniente. Il dispositivo utilizza una "terapia di streaming continuo" e utilizza una soluzione a base di enzimi per irrigare continuamente la ferita e rimuovere i tessuti morti. Questa tecnologia potrebbe risparmiare molto sforzo umano e denaro. Gli enzimi sono stati a lungo utilizzati insieme a creme e unguenti ma non forniscono un sollievo più rapido e sono scomodi da applicare. Questo dispositivo combina enzimi con un flusso liquido, che produce risultati molto migliori. Il dispositivo funziona sul principio della guarigione della ferita a pressione negativa. La ferita è sigillata con una copertura di plastica e la soluzione enzimatica scorre sotto di essa e rimuove i tessuti morti. Le bende tradizionali possono impiegare molto tempo a produrre qualsiasi miglioramento delle condizioni delle ferite croniche. Il trattamento con questo dispositivo può mostrare risultati entro poche settimane. "La nostra idea di base è semplice: trattiamo la ferita scorrendo una soluzione in modo continuo.I metodi tradizionali richiedono raschiatura delle ferite per rimuovere il tessuto necrotico.Questo è costoso, doloroso ed estremamente scomodo per il paziente.e mentre gli ingredienti attivi applicati con bende su una ferita può funzionare per un paio d'ore, dopo di che la ferita combatte, i batteri si accumulano di nuovo, creando una lunga e noiosa battaglia ", ha affermato il prof. Freeman. "La mia soluzione aiuta i medici a riprendere il controllo della ferita cronica, rendendo la gestione più efficiente e migliorando notevolmente la qualità della vita dei loro pazienti".

«PrecedentePagina: 1Il prossimo»